I corsi di trading online funzionano?

Come farsi una cultura sul trading online

Per investire nel trading online è fondamentale crearsi solide basi conoscitive, basate su reali conoscenze del mercato. Per fare questo molti traders iniziano la loro carriera nel trading studiando molto e sperimentando altrettanto. Le giuste previsioni di mercato si possono fare solo con una concreta conoscenza dello stesso. Per prima cosa si può iniziare studiando sui libri le basi del trading online. Sono importanti le logiche che influenzano i prezzi di un bene, ma è altrettanto importante imparare a codificare un grafico o saper applicare una strategia di trading.

Sono tutti argomenti fondamentali da studiare su diverse fonti. Se si naviga in rete le soluzioni per imparare il trading online saranno molteplici, poiché molti investitori iniziano a studiare da soli e chi si sente di dover approfondire maggiormente gli ambiti di questo argomento decide di farlo acquistando libri mirati. Il libro sicuramente ci permette di ottenere un approfondimento maggiore sul trading online perché, rispetto ad una guida online, gli argomenti trattati saranno approfonditi con molta di più cura.

Un libro garantisce, sicuramente, maggiori conoscenze, pertanto lo consigliamo vivamente come un sicuro investimento. Ci sono libri specifici dell’argomento trading online per tutti i gusti ed esigenze, che parlano di nuove strategie di trading da sfruttare per i vostri investimenti online.

Fare un corso di trading online è un investimento?

Per crearsi solide basi i traders si affidano anche a corsi di trading online dedicati. I corsi online sono utili per migliorare le proprie conoscenze su uno specifico argomento, sviluppandone una competenza ottima.

Ma cos’è nel dettaglio un corso di trading online?

Si usa per venire a conoscenza delle più svariate nozioni legate a questo tema, e dalle basi iniziali gli argomenti si sviluppano in tematiche più avanzate e raffinate. Ogni corso viene classificato per il suo livello di esperienza, che va da quello per principianti a quello per esperti.

I costi dei corsi di trading online sono molteplici, variano in base ai docenti e ai relatori, si classificano in base al numero di lezioni incluse nel pacchetto di studi. Tra i materiali allegati al corso di trading online troviamo anche libri, manuali in pdf e dispense relative agli argomenti trattati di volta in volta.

Possiamo trovare due categorie di corsi di trading online: Quelli che si svolgono in classe Quelli che si svolgono online.

Quale corso di trading scegliere: in classe o online?

La prima tipologia di corso prevede un approccio classico del metodo: ci si reca in aula come si farebbe per un qualsiasi corso universitario, previa iscrizione, dove si seguiranno le lezioni alternate a pratica e teoria. La seconda tipologia prevede un corso sul trading online che si svolge completamente sul web, gestito ed organizzati per mezzo di un computer: non avremo una classe fisica e reale dove recarsi, ma una virtuale, e tramite i servizi di videoconference si potrà assistere e partecipare alle lezioni da remoto.

Il materiale da studiare verrà dispensati via mail o tramite un’area riservata, organizzata per gli allievi dall’azienda che promuove il corso.

Questi corsi online interattivi sono detti anche webinar. Un corso online sul trading consente molti vantaggi al futuro trader, ma è fondamentale, affinché questo si realizzi, che sappia scegliere un corso tagliato su misura per le proprie capacità, anche grazie ai docenti giusti che lo caratterizzeranno. Grazie al corso online su trading si avranno, sicuramente, più vantaggi che da autodidatta.

Vi elenchiamo i principali:

  • Avere lezioni mirate;
  • Chiarimenti di dubbi in ogni momento;
  • Avere garantita sempre la presenza di un tutor o insegnante qualificato;
  • La scelta di poter approfondire gli argomenti;
  • Materiale di studio specifico per l’argomento;
  • Sperimentare immediatamente, con la pratica, la teoria appresa.

Concludendo, le modalità per farsi una solida cultura nel trading online sono molteplici, e come da nostro consiglio, devono essere sfruttate tutte al massimo, prima di iniziare a fare trading online realmente.

I guadagni in questo settore saranno garantiti dalla professionalità e dalle conoscenze dei mercati finanziari, non di certo dalla sola fortuna.

I migliori broker di trading CFD

Prima di parlarvi dei migliori broker, vi spieghiamo brevemente cos’è un CFD. La sigla CFD sta per Contract for Difference che in italiano significa Contratto per Differenza.

Si tratta appunto di un contratto che viene fatto tra il broker e il trader. Alla chiusura del contratto deve essere versata la differenza tra il prezzo di apertura e il prezzo di chiusura di quel determinato asset.

In specifico si parla di asset sottostante perché il CFD è un derivato è quindi il suo valore deriva non direttamente dal prodotto, ma dipende da altri strumenti finanziari che sono chiamati appunto sottostanti. Infatti quando si investe tramite il trading CFD non è necessario possedere realmente il bene, ma si specula sull’andamento del sottostante.

Con il trading CFD si può investire su gran parte dei asset finanziari, come le materie prime, gli indici, valute, azioni, criptovalute e molto altro ancora. Per accedere ai mercati si ha bisogno di un broker online che fa da intermediario. La vostra scelta deve ricadere su broker professionali, vale a dire certificati e regolamentati. In particolare per operare in Europa devono possedere la certificazione rilasciata dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission), in Italia invece devono essere autorizzati dalla CONSOB (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) e nel Regno Unito devono possedere la certificazione rilasciata dalla FCA (Financial Conduct Authority).

L’elenco è molto lungo perché ogni Paese ha il suo ente regolatore, noi in specifico vi abbiamo parlato di quelli che servono per investire in Italia e nel resto dell’Europa.

Perciò per operare in piena tranquillità e con profitto dovete iscrivervi solo su broker affidabili. Nel caso contrario, come potete immaginare, si rischia di affidare i propri soldi a dei truffatori. I broker ormai sono alla portata di tutti e proprio per questo bisogna fare molta più attenzione a non farsi raggirare da impostori che si nascondono dietro a queste società di trading.

Oggi però ci sono molte norme che mirano alla tutela dei trader, c’è ad esempio l’ESMA che tramite un decreto molto restrittivo ha emesso delle regole molto severe per salvaguardare la sicurezza dei trader europei. Sono leggi che i broker devono assolutamente rispettare, se no si tratta appunto di truffatori.

C’è da dire che anche se oggi ci sono leggi severe, che i broker sono tenuti a seguire per esercitare la loro attività, continuano ancora ad esistere broker non sicuri. L’unica maniera per proteggersi è l’informazione, ad esempio voi dopo aver letto questo articolo sapete cosa dovete fare e quindi cosa evitare. In questo modo già state un passo avanti, già sapete che per operare con sicurezza e profitto avete bisogno di broker online professionali, e quindi se aprite un account su un broker che non possiede nessuna certificazione e autorizzazione siete consapevoli del fatto che affidate i vostri soldi a una società fantasma che è stata creata solo per rubare soldi.

Generalmente i broker con i quali operano gli italiani hanno sede all’estero, ma sono comunque tutti autorizzati dalla CONSOB. Voi dovete verificare appunto le certificazioni e le autorizzazioni, non ci stanchiamo a ripetervelo perché questo è il punto fondamentale a cui dovete porre la massima attenzione. Finora vi abbiamo detto cosa è importante fare per svolgere il trading CFD in tutta sicurezza, ma c’è un altro punto da considerare, ovvero la formazione del trader.

Il trading online è un’attività che deve essere svolta con coscienza e razionalità e per fare questo bisogna studiare e fare molta pratica. Dovete avere ben chiaro in mente cosa state facendo perché se volete trarre profitto dovete essere in grado di anticipare il trend dei mercati finanziari.

Oggi potete contare su broker che mettono a disposizione gratuitamente gran parte dei loro strumenti e servizi, come ad esempio il Conto Demo che è il conto di simulazione con il quale si investono soldi virtuali. Naturalmente i risultati si vedono in base all’impegno e al tempo che ci si dedica.

L’analisi tecnica nel Trading online

La maggior parte degli investitori analizza le azioni di base ai loro fondamentali, che sono i ricavi, valutazione o tendenza di un settore, ma i fattori fondamentali non si riflettono sempre sul prezzo di mercato. L’analisi tecnica aiuta l’investitore a comprendere la differenza valore intrinseco e il prezzo di mercato utilizzando le tecniche come l’analisi statistica e l’economia comportamentale.

Quasi tutti gli investitori usano per i loro investimenti sia l’analisi tecnica che quella fondamentale. Ci sono due metodi per operare con l’analisi tecnica, che sono l’approccio top-down (dall’alto verso il basso), prevede la selezione per ogni bene che possa soddisfare precisi criteri tecnici. Poi troviamo l’approccio bottom-up (dal basso verso l’alto), prevede l’analisi un bene che sembra interessante per un probabile punto di entrate e di uscita. Oltre a questi due approcci, ci sono altri diverse forme di analisi tecnica.

Per esempio i gli investitori giornalieri possono usare le linee di tendenza e indicatori di volume per decidere, mentre gli investitori di posizione o oscillazione possono utilizzare schemi grafici e indicatori tecnici. Per iniziare a fare l’analisi tecnica si devono effettuare dei passaggi che sono fondamentali. Il primo passo è quello di identificare una strategia di analisi oppure puoi sviluppare un sistema di trading. Il secondo passo è quello di determinare i titoli negoziabili che si possono adattare alla strategia. Terzo passo, è trovare una società di intermediazione (broker), adatto per le tue negoziazione.

I broker offrono funzionalità per tracciare e monitorare gli indicatori tecnici, con bassi costi. Quarto passaggio scegliete un interfaccia per tracciare e monitorare gli scambi. I trader o investitori, possono avere diversi livelli di funzionalità a seconda della loro strategia.

Ultimo passaggio è identificare eventuali altre applicazioni che potrebbero essere necessarie per implementare la strategia, ci possono essere altre funzionalità necessarie per massimizzare le prestazioni.

Alcuni broker hanno avvisi mobili o fanno accedere al trading in movimento, mentre altri broker hanno sistemi di trading automatici.

Il trading è impegnativo, questo vuol dire che è molto importante comprendere le basi e i punti che abbiamo sopra esposto. Vi vogliamo dare altre informazioni chiave per capire meglio l’analisi tecnica. Capire a pieno l’analisi tecnica e tutto ciò che la riguarda Fate dei test sulle strategie di trading per vedere come si sono comportate in passato, utilizza un conto demo.

Utilizzare un conto demo prima di operare con soldi veri, sono messi a disposizione gratuitamente dai broker e possono essere utilizzati a tempo indeterminato Essere a conoscenza dei limiti che a dell’analisi tecnica per non incorrere a perdite ingenti Essere flessibile e fare scelte consapevoli in merito alla scalabilità e ai requisiti futuri Quando si inizia ad operare realmente, si inizia con un piccolo capitale per poi espandersi mano a mano che si acquisisce esperienza e sicurezza.

Molti trader sfruttano al massimo l’analisi tecnica insieme all’analisi fondamentale quando devono prendere importanti decisioni di investimento. Utilizzando l’analisi tecnica un trader o investitore possono migliorare i loro profitti adeguati al rischio a lungo termine.

E’ molto importante capire e mettere in pratica queste tecniche prima di iniziare ad operare con soldi veri per evitare esose perdite. Ribadiamo che il miglior modo per capire e utilizzare l’analisi tecnica, è quella di studiare i principi fondamentali per poi applicarla.

Con il tempo il trader possono sviluppare una comprensione e una sensibilità per il mercato che possono fornire loro enormi vantaggi durante il trading.

La psicologia del Trader

Oggi vogliamo parlare della psicologia del trading online e di come controllare le emozioni durante il trading.

Sicuramente una delle prime cose da fare quando si decide di investire nel trading online, è iniziare a fare ricerche approfondite nei mercati.

Passando il tempo a ricercare industrie e aziende migliori per investire, inizierete ad entrare bene nel contesto e avrete molta più facilità nel gestire i momenti di alti e bassi che potete incontrare nel vostro percorso.

Sapendo come vanno le cose in una determinata azienda, saprete se comprare o vendere in quel preciso momento.

Soprattutto con le demo di trading, avrete modo di allenarvi a comprendere il mercato, senza perdere denaro, per imparare ad agire nel modo migliore quando si investirà denaro sul conto reale. Sicuramente un piano di trading prima di investire vi permette di capire anche quali sono le proprie aspettative, quali sono i vostri punti deboli e punti forti.

La conoscenza, in ogni campo, come in quello del trading, vi consentirà di conoscere i mercati grazie ad una ricerca più approfondita.

Tutto questo è sicuramente essenziale per costruire le basi di un piano di trading solido. Anche seguire le orme dei trader di successo sarà molto importante, così come conoscere il loro approccio alle operazioni di trading.

La prima cosa che imparerete sarà vedere come non si lasciano coinvolgere mai dalle emozioni. Diciamo che oltre all’obiettivo di guadagnare denaro, ha il focus sulla gestione del rischio. Per cui studiare come si muovono i trader di successo sul mercato e seguire la loro gestione del rischio sarà molto utile per le vostre future operazioni.

Una fra le metodologie di trading più utilizzate nel trading online è fare day trading. Definito anche trading intraday, questa attività viene eseguita nell’arco di una giornata.

Funziona in modo semplice: durante una giornata si aprono e si chiudono più operazioni. Il day trading non è semplicissimo, perché bisogna avere il focus mentale appropriato per ogni singola operazione che si esegue. Sicuramente in questa tipologia di trading le perdite possono causare molti più danni rispetto ad altre tipologie di trading. Allo stesso tempo però, i guadagni saranno più alti.

Per cui questo è un rischio che dovrete assumervi. La psicologia del trading che sta dietro al day trader è particolare. Ogni day trader si basa su principi fondamentali, senza forzare le operazioni, senza ostinarsi ad ottenere per forza successo da ogni operazione, perché il trading è come le montagne russe, ci saranno picchi in salita, come dei picchi in discesa.

L’importante è saperli gestire nel migliore dei modi. Prima di tutto, bisogna prendere consapevolezza che con il trading si rischia di perdere dei soldi.

Anche il miglior trader del mondo perde denaro, è normale, ci sono fattori che nonostante accurate analisi tecniche e fondamentali non si possono evitare. Il trading intraday funziona velocemente, molto spesso se si entra o si esce nel mercato con qualche secondo di ritardo, si rischia di trovarsi in situazioni pessime.

Non importante perdere denaro del trading, importa semplicemente avere un guadagno superiore alle perdite.

Quando si guadagna un 60% dalla proprie negoziazioni, è già ottimale, state andando bene. “Profitti e perdite” vanno quasi di pari passo, dovrete capire ed essere sempre consapevoli di quanto siete disposti a perdere. Questo è proprio uno dei principi chiave del trader di successo.

Ogni giorno nella tua vita da trader, devi ricordare di investire solo la cifra che sei disposto a perdere. Sono disposto a perdere massimo 10 euro?

Okey, investo solo 10 euro, non di più. Certo, nessuno vuole perdere del denaro e nessuno può permettersi di perderlo all’infinito. Ma considerando che quando si decide di investire si ha un certo budget da parte, una certa percentuale specifica da dedicare agli investimenti.

Utilizzare solo una percentuale quando si investe e non il budget totale è essenziale. Scavalcare la soglia che potete permettervi di perdere, vi stresserà durante le vostre operazioni e quindi le emozioni prenderanno il sopravvento.

Prendere delle decisioni sbagliate potrebbe causare gravi danni psicologici e soprattutto economici.

Trading online, come difendersi dalle truffe

Ancora oggi ci sono persone che si chiedono se il trading online è una truffa o se funziona davvero. Questo purtroppo è il risultato di molte scelte sbagliate da parte di trader, più avanti vi spiegheremo in maniera più dettagliata.

Spesso quindi la parola trading online viene associata alla parola truffa e ciò causa molta confusione nei trader.

Nel web girano notizie sia positive che negative e quindi i trader non sanno a chi dare ragione. Il trading online è un’attività che permette di guadagnare soldi in modo serio e proficuo, ma è altrettanto vero che si può perdere tutto il proprio capitale anche solo con un investimento sbagliato.

In particolare dovete stare attenti a chi dice che ce l’ha fatta e che è diventato milionario in pochi giorni. Questo è impossibile, con il trading online è più indicato ottenere profitti nel lungo termine, generalmente chi effettua investimenti a breve termine sono i trader professionisti che sono in grado di gestire i rischi.

Ma comunque questo tipo di investimento non fa diventare milionari, è vero che ti permette di guadagnare in poco tempo però aumentano anche i rischi.

Il trading online diventa pericoloso quando non si investe con coscienza e razionalità e quando si finisce con il perdere migliaia di euro a causa di qualche truffa. Chi vive queste esperienze negative tende poi a parlare male del trading online, non capendo che possono essere stati loro a sbagliare qualche investimento oppure che siano caduti nella rete di qualche truffatore.

Noi ora vi diciamo cosa bisogna fare per svolgere l’attività di trading online in modo tranquillo e proficuo. Prima di tutto c’è bisogno di aprire un account personale presso un broker online serio e affidale, solo in questo modo potrai operare senza alcun tipo di rischio di truffa. Il broker deve essere autorizzato e regolamentato da organi di controllo che sono presenti in ogni Paese.

Perciò la società può operare solo se rispetta tutta la normativa che tutela il denaro del trader. Inoltre si devono attenere alle norme ESMA (European Securities and Markets Authority) che è l’autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati. Ad esempio per operare in Europa devono possedere la certificazione rilasciata dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission), invece per esercitare nel Regno Unito dalla FCA (Financial Conduct Authority) e in Italia devono essere autorizzati dalla CONSOB (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa).

Dunque se il trader decide di affidarsi a broker non autorizzati e non regolamentati mette in serio pericolo il suo capitale.

Non essendo controllati da nessuno, automaticamente non rispettano nessun regolamento. Chi ha a che fare con questi tipi di broker finisce poi per credere che il trading online è una truffa, ora però sappiamo che non è così. Invece con i broker professionali il livello di sicurezza è molto alto e di conseguenza i vostri soldi sono tutelati.

Per stare tranquilli avete a disposizione il sito della CONSOB che riporta tutti i broker che sono autorizzati e regolamentati. Per operare in modo professionale e proficuo è bene che non ci si improvvisi investitori esperti, per cui si consiglia di studiare e fare molta pratica.

Dovete sapere tutto del trading online e dei mercati finanziari e quello che imparate dalla teoria mettetelo subito in pratica. I broker online mettono a disposizione gratuitamente tutti i servizi e gli strumenti che servono appunto per studiare e per esercitarsi.

Ad esempio potete aprire il Conto Demo che permette di effettuare investimenti usufruendo dei soldi virtuali messi a disposizione dal broker.

Questo è un modo per fare pratica e anche per imparare a utilizzare la piattaforma.

Trading CFD, definizione, vantaggi e caratteristiche

CFD sta per Contratti per differenza, sono contratti finanziari che si fanno con il proprio broker, per scambiare la differenza tra il prezzo di apertura e di chiusura di una posizione di trading su un determinato strumento finanziario.

Quando si opera con i CFD, non si possiede lo strumento finanziario con cui negoziando poiché stai investendo sul movimento di prezzo del bene.

I CFD sono un prodotto con leva finanziaria (cliccando qui potrai leggere una definizione chiara e utile di leva finanziaria), che permette di usare la negoziazione a margine per ottenere profitto dall’andamento dell’esposizione al mercato. Ogni volta che si apre una posizione di negoziazione, bisogna versare una parte del valore complessivo della negoziazione aperta, questo viene chiamato margine.

Grazie alla leva finanziaria puoi investire più denaro di quello che si possiede sul conto di trading online. Oltre alla leva finanziaria, i CFD hanno come vantaggio quello di farti sfruttare sia i prezzi in aumento che quelli in calo, così hai la possibilità di sfruttare ogni occasione per avere un profitto. Sono molti i vantaggi che il trading CFD offre, proprio questi vantaggi hanno attirato milioni di persone e ogni giorno altre persone iniziano ad operare nel trading CFD.

Con i CFD hai la possibilità di operare su diversi mercati economici, parliamo di azioni, materie prime, indici azionari, criptovalute, ETF, coppie valutarie ecc … Per operare nel trading CFD ti basta avere un PC o qualunque altro dispositivo mobile e una connessione internet. Puoi fare trading da qualunque punto nel mondo. Puoi fare trading con i CFD 24 ore su 24 per cinque giorni alla settimana, e nel fine settimana puoi investire sul mercato delle criptovalute (cliccando qui si aprirà un articolo molto utile su cosa sono e come operare con le criptovalute)  che non chiude mai.

Con i trading CFD puoi sfruttare sia i prezzi in rialzo che quelli in ribasso, avendo così grandi opportunità di profitto. I costi di negoziazione sono molti bassi, questo perché il trader a piena autonomia nella gestione delle negoziazioni, non ci sono commissioni nascoste, la maggior parte delle volte il broker può addebitare un piccolissima commissione se si lascia aperta una posizione nella notte. Con i CFD non avendo la proprietà fisica del bene negoziato non bisogna pagare ulteriori commissioni.

I CFD sono un prodotto con leva finanziaria che permette al trader di aprire posizioni negoziazione più grandi. Il trader deve solo versare, una percentuale del valore totale della negoziazione aperta, che viene chiamata “margine”. Profitti e perdite vengono calcolate sulla negoziazione totale e non su quello che il trader ha versato come margine. Queste sono solo alcuni dei vantaggi che il trading CFD da ai trader che decidono di operare.

I CFD sono un prodotto finanziario, molto popolare attualmente, questo grazie alle sue caratteristiche uniche nel suo genere. La prima caratteristica, direi quella principale, è la leva finanziaria, che ci permette di ampliare sia i profitti, ma anche le perdite, dato che ingrandisce la nostra posizione di mercato. Un trader deve solo versare una percentuale sul valore complessivo del valore della posizione. Grazie alla leva le negoziazioni con i CFD richiede un capitale di investimento relativamente basso.

La maggior parte dei broker richiede per iniziare ad operare nel trading un deposito minimo che varia dai 10€ ai 250€. Oltre al deposito basso il trading CFD offre commissioni di negoziazione sono molto basse, questo perché il trader investe in piena autonomia senza comunicare con terze parti. Tutti i broker richiedono il pagamento di uno spread che può essere variabile o fisso, e cambia non solo da broker a broker ma anche su quale tipo di bene si è scelto. Con i CFD hai la possibilità di scegliere tra vari mercati economici, azioni, materie prime, indici azionari, coppie valutarie, criptovalute ecc …

Come sappiamo i CFD sono un prodotto derivato questo vuol dire, che quando negoziamo su un determinato strumento finanziario, quello strumento non è di nostra proprietà, questo perché stiamo investendo sui movimenti del prezzo.

Questi sono le principali caratteristiche del trading CFD. Sia che sei un trader principiante che non ha mai operato su una piattaforma di trading, o che tu sia un trader esperto che è alla ricerca di un nuovo broker, la migliore scelta è quella di aprire inizialmente un conto demo.

Perché diciamo questo, perché il conto demo ti permette di testare le proprie conoscenze di trading in un ambiente di trading completamente privo di ogni rischio. Inoltre, permette di provare tutti gli altri servizi offerti dal broker. Un conto demo è progettato per servire a due scopi principali. Prima di tutto, ha come obiettivo di dare ai potenziali clienti un’idea di come funzionerà la piattaforma di trading del broker prescelto.

In secondo luogo, il conto demo serve come tester per i trader esperti per provare le proprie strategie di negoziazione prima di implementare le strategie in uno scenario di trading dal vivo. Ci sono dei passaggi che si devono fare per iniziare a muovere i primi passi nel trading CFD. Il primo passo è imparare il funzionamento. ci sono differenze tra i CFD e altre forme di trading e la comprensione di varie sfumature può aiutare a fare trading in modo efficiente. Le fonti sono molte, puoi seguire corsi online attraverso siti specializzati, webinar e videolezioni. eBook o libri sull’argomento. Crea e finanzia un account, aprirlo è facile è un processo veloce e in genere richiede solo pochi minuti per essere completo. Completato questa fase, insieme alla verifica della tua documentazione, devi finanziare il tuo account di negoziazione. Anche questa procedura è molto semplice e veloce, può essere fatta attraverso e-wallet, carta di credito e di debito ecc …

Il terzo passo è quello di creare un piano di trading, un progetto completo per tua attività di trading. Tra le altre cose, ciò dovrebbe includere motivazione, impegno nel tempo, obiettivo, quale rischio incorrere, capitale disponibile, mercati da negoziare ecc …

Questo ti aiuta a prendere decisioni migliori sotto pressione. Dopo aver aperto e finanziato il tuo account, è il momento di aprire la tua prima posizione di negoziazione.

Devi scegliere su quale mercato o mercati ti vuoi concentrare, fai una attenta ricerca, studia bene come si muove il mercato da te prescelto. Aperta la tua posizione di acquisto o di vendita, puoi tranquillamente controllare il tuo investimento, sulla piattaforma e chiuderle in qualunque momento con un semplice clic.

La leva sui CFD è la regione principale per cui i trader sono attratti dal trading CFD. La leva CFD consente di usare la tua liquidità attuale e di operare a margine. In effetti, hai solo bisogno di una piccola quantità di capitale per controllare una posizione molto più grande. In sostanza stai mettendo una frazione dell’intero valore del tua negoziazione e il broker ti sta prestando il resto.

Se riesci a comprendere per bene il funzionamento del trading con leva finanziaria, può essere uno strumento di trading estremamente potente.

Weekend Top

Scegliere le opzioni binarie e evitate HYIP

Probabilmente non avete mai sentito parlare di HYIP e vi assicuro che per voi è un bene. I Programmi di investimento ad alto rendimento offerti da HYIP sono truffe vere e proprie sperimentate negli Stati Uniti a partire dall’anno 2000.

La truffa si basa sullo schema a Piramide, in cui le persone che hanno investito per prime i soldi ricevono interessi dai depositi successivi dei futuri clienti.

Con questa società di investimento il vostro denaro è perso definitivamente.

Tuttavia, se volete veramente un’alternativa all’investimento tradizionale le opzioni binarie offrono rendimenti interessanti molto meno rischiosi. Si deve riconoscere che c’è ancora qualche rischio, che è alto rispetto ad un investimento azionario, accettabile in quanto il rendimento di borsa può arrivare fino all’ 85% per ogni posizione.

HYIP VS Opzioni Binarie

L’HYIP sono un investimento assolutamente irragionevole, mentre l’opzione binaria è un investimento sul mercato azionario. In linea di principio, è possibile generare reddito in modo molto razionale, se i mercati finanziari stanno andando nella giusta direzione. Per questo, è possibile trarre grandi vantaggi dalla formazione e dalla regolamentazione Europea con broker come TopOption e altri che consigliamo sul nostro sito.

Invece di investire € 100 su HYIP, dove praticamente non avete alcuna possibilità di recuperare i vostri soldi, scegliete piuttosto una piattaforma di commercio del mercato azionario come TopOption.

Il volume di scambio delle opzione binarie in Giappone si è stabilizzato

Il Giappone è un mercato importante per le opzioni binarie. Questo è il motivo per cui molti analisti scrutano con la massima attenzione la performance mensile in termini di volumi.

A Giugno 2015 il volume dell opzioni binarie era abbastanza buono nel suo complesso:

  • $ 358.000.000 transitati attraverso le piattaforme di trading di opzioni binarie regolamentate;
  • E’ il regolatore dei mercati finanziari locali (FFAJ) che pubblica queste cifre, dando maggiore credibilità alla semplice stima di un broker;
  • Si tratta di una crescita del 5% rispetto al mese precedente e in aumento del 15% rispetto allo stesso mese dello scorso anno;
  • Si deve sapere che l’attività è molto ciclica in Giappone, e che i maggiori volumi sono scambiati da settembre a gennaio.

Le Opzioni binarie in Giappone

Il mercato è relativamente maturo, ed è difficile per i nuovi giocatori iniziare senza esperienza. I giganti del settore in Europa come TopOption o 24Option già condividono una quota di mercato in Giappone. LA presenza di questi due colossi non lascia spazio agli attori locali.
TopOption e 24Option sono presenti nel paese del Sol Levante con un’offerta sulle loro piattaforme di trading nella lingua giapponese, così come il supporto on-line in lingua.

Le caratteristiche dei broker di opzioni binarie regolamentati sono essenzialmente gli stessi che troviamo in Europa. Anche in Giappone, TopOption è il grande leader con il suo deposito minimo di soli 100 €, rispetto a € 200 della maggior parte dei concorrenti.

Questo è un dettaglio molto rassicurante per i nuovi clienti che vogliono testare inizialmente una piattaforma di questo tipo in modo da maturare una familiarità con le opzioni binarie.

La formazione proposta da TopOption è rilasciata in tutte le lingue.

Fare soldi con le opzioni binarie

Oggi hai innumerevoli modi per guadagnare soldi online con soluzioni alternative, ma la più remunerativa sicuramente si chiama:

“trading online con le opzioni binarie”.

Le opzioni binarie, molto popolari negli ultimi anni, hanno visto crescere innumerevoli brokers che si rivolgono a quel pubblico che non aveva la possibilità di accedere hai mercati finanziari tradizionali come il forex. Questo perchè oggi con le opzioni binarie puoi accedere ai mercati e giocare al trading anche solo con 100 €,

“le opzioni binarie sono una forma di democratizzazione dei mercati”.

I brokers di opzioni binarie

Come dicevamo i mediatori per le opzioni binarie o brokers sono innumerevoli, ma come tutto dovete prestare attenzione alle truffe, quindi rivolgetevi esclusivamente a broker regolamentati. I broker mettono a disposizione anche guide gratuite per l’apprendimento e conti demo per fare praticaca con soldi finti.

Le Opzioni Bianarie

Le opzioni binarie sono anche chiamate tutto-o-niente, opzioni digitali o fisse, sugli investimenti di azioni, commodities, indici, valute e altri derivati. Quando si acquista un’opzione binaria si acquista un contratto sulla piattaforma di un bene sottostante ad un prezzo fisso entro un periodo di tempo determinato.

L’opzione può essere tenuta fino alla scadenza o anche venduta prima della scadenza. Il contratto a un tempo variabile che va da pochi secondi a giorni.

Nelle opzioni binarie conosci sempre qual’è il rischio (quanto puoi perdere) e quanto è la vincita. Un vantaggio enorme rispetto al forex in cui la tua perdita può andare oltre il tuo investimento.

Per fare soldi con le opzioni binarie occorre serietà, dedizione, disciplina ma soprattutto strategia e studio.

Resta a voi scegliere quanto guadagnare, ovviamente tanto maggiore è l’investimento tanto maggiore è il ritorno.

AIM arriva a 70 società

Oggi la SPAC Capital for Progress ha fatto il suo ingresso alla Borsa di Milano ed è la settantesima società dedicata alle PMI.
La Special Purpose Acquisition Company è stata costituita con l’unico scopo di raccogliere capitali attraverso l’IPO per poi effettuare operazioni di acquisizione o fusione di aziende.

Sul mercato borsistico italiano per ora ci sono altre sette società di questo tipo.

Attraverso Banca Akros e Banca IMI che sono le responsabili del collocamento la società SPAC ha raccolto più di 40 milioni di euro.
La capitalizzazione totale sarà di circa 50 milioni di euro con un flottante del 74%.

Massimiliano Lagreca nella figura di Responsabile Large Caps & Investment Vehicles di Borsa Italiana ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

“Siamo lieti di dare il benvenuto a SPAC anche perchè stiamo riscontrando un crescente interesse verso la formula delle SPAC, che dall’inizio dell’anno ha visto la realizzazione di due business combination e la quotazione di due veicoli d’investimento sui mercati di Borsa Italiana.

Questo modello si sta affermando sempre più in Italia e in Europa attraendo gli investitori verso uno strumento che si innesta in modo sinergico con il tessuto industriale rappresentato dalle piccole e medie imprese del nostro Paese”.